Cosa fare se hai paura di riprovarci dopo una delusione d’amore – Elvino Miali – Psicoterapia e Crescita Personale
Cosa fare se hai paura di riprovarci dopo una delusione d'amore.

Cosa fare se hai paura di riprovarci dopo una delusione d’amore

Quando finisce un amore si soffre, e questo ci sta.

Ma come tornare a fidarsi di un partner e lasciarsi andare? E’ giusto forzarsi? Avvertire paura in una situazione del genere e non fidarsi è assolutamente normale: razionalmente vorresti lasciarti andare, perchè hai stabilito che è tempo, ormai, di voltare pagina ma emotivamente c’è una sorta di bambino spaventato…

Tutti noi abbiamo vissuto un tipo di attaccamento, di legame emotivo particolare con una figura rappresentativa, in genere la mamma: i più fortunati hanno avuto tutto l’amore – ne troppo, ne troppo poco – di cui avevano bisogno, e quindi hanno sviluppato una fiducia nell’altro, e sono in grado di elaborare i distacchi in maniera sana.

Per altre persone la figura significativa non c’era mai, e per questo hanno deciso, inconsciamente, di cavarsela da soli. Queste persone sono capaci di rapporti di coppia ma non contano mai sull’altro, non chiedono mai. Fidarsi per queste persone è un problema annoso, e la loro soluzione è fare meno conto possibile sugli altri e far conto sopratutto su se stessi.

Altre persone, invece, hanno vissuto un rapporto con la figura significativa dove questa c’era a corrente alterna, come ad esempio quando il genitore era imprevedibile, di conseguenza per queste persone fidarsi sarà più difficile anche da adulti.

Per altre ancora l’esperienza è stata quella di un genitore che era sì presente, ma era pericoloso, e diventava quindi la figura dalla quale doversi difendere: in questi casi molto spesso per recuperare la fiducia nel prossimo è necessaria una psicoterapia.

Volere forzare le resistenze, non accettare di non volersi lasciare andare è sbagliato: si finisce per sentirsi sbagliati e non ammettere il problema impedisce di comunicarlo anche al partner, che potrebbe tenerne conto e avere pazienza.

D’altra parte alcune donne (soprattutto) passano dal cosiddetto “figlio di buona donna” ad un partner più rassicurante che però non gli fa sentire le farfalle nello stomaco…

Forse in questi casi passare un buon periodo da soli per risanare le ferite e confrontarsi con una persona giusta è la cosa giusta da fare: bisogna prendersi per mano e accettare, ascoltare quel dolore e cominciare ad amarsi.

Quando hai deciso che è tempo di riaprirsi ad un altro fallo con cautela: sentirai meno resistenze se scendi a patti con la bambina/o ferito dentro di te e le prometti che la proteggerai e non la metterai mai in situazioni di pericolo.

In definitiva quando finisce un amore è tempo di amarsi!

Torna su