Emozioni, gestirle o viverle? – Elvino Miali – Psicoterapia e Crescita Personale

Emozioni, gestirle o viverle?

 

E’ possibile non lasciarsi travolgere dalle emozioni, senza controllarle con la razionalità?

Pretendere di controllarle con la mente è come voler imbrigliare l’aria in una rete, ma allo stesso tempo un certo grado di gestione delle emozioni è necessario.

Più aumenta la pericolosità delle nostre azioni e più è necessario avere disciplina : pensa a chi decide di lanciarsi col paracadute.

Puoi godere appieno delle emozioni se ti senti al sicuro o se stai correndo un rischio calcolato.

Sul lavoro, ricerca del successo, competizione e conflitto rappresentano situazioni in cui le emozioni circolano in abbondanza e solo chi possiede una grande sicurezza di se‘ è in grado di destreggiarsi al meglio.

Ma sono davvero pochi gli individui dotati di una forte presenza: sono le persone che ammiri quando prendono la parola per parlare in pubblico, che si fanno rispettare senza prevaricare l’altro, coloro che rimangono fedeli a se stessi anche col rischio di essere rifiutati.

Il loro segreto? Ci sono passati attraverso.

Le emozioni sono la vita, non sono una iattura.

La crescita personale offre molti strumenti per rapportarsi alle proprie emozioni e ciascuna merita un trattamento a parte: ma il solo modo per arrivare a gestirle al meglio è accumulare esperienza, vivere e non tirarsi indietro, passare dalla teoria alla pratica.

Gradualmente, prova dopo prova, il corpo e la mente si immergono nelle situazioni e imparano a giocarci

Naturalmente se dovessi trovarmi nel campo centrale di Wimbledon per giocare in mondovisione contro Federer, uno dei piu’ grandi tennisti del momento, non sarei certo tranquillo. Ma tanto dipenderebbe dal mio atteggiamento mentale, come il cercare di non essere sopraffatto dalle aspettative.

Prenderla come un gioco e divertirmi è il meglio che potrei fare. E magari riuscirei a sorprendere il campione con un colpo a sorpresa!

Al tempo stesso, è necessario acquisire la capacità di non identificarsi con le emozioni, bensi fare un passo indietro ed osservarle.

E’ possibile con la pratica della mindfulness o della meditazione: sapere entrare nelle emozioni, viverle appieno ed allo stesso tempo imparare a distaccarsene ed osservarle è un’abilità molto preziosa che permette al sentire di fluire senza fare danni.

Come non lasciarsi travolgere dalle emozioni?

Imparare a guardarle ti farà mantenere il giusto distacco, ma quando arriva il momento di fare, agisci e accetta gli errori come parte della vita.

 

 

Torna su