La regola per sentirsi vivi e avere una vita appagante – Elvino Miali – Psicoterapia e Crescita Personale

La regola per sentirsi vivi e avere una vita appagante

Non c’è più tempo! Non c’è più tempo!”… Ma più tempo per cosa?

Per far fruttare i propri talenti e le proprie risorse, poche o tante che siano.

Uno dei nemici che a volte ostacolano il cammino e’ la convinzione di sentirsi arrivati, l’accontentarsi della routine e del tran tran: la vita rischia di non essere più stimolante, abbastanza divertente, di non essere sfidante a sufficienza.

Se, in questo momento della vita, ti stai accorgendo che manca una scossa o una sfida, se non senti quella legittima tensione verso il cambiamento, forse puo’ esserti utile individuare un obiettivo.

Un obiettivo che sia abbastanza ambizioso da scuoterti e su cui lavorare tendendo la corda quel giusto per non farti, da una parte, andare in stress perché troppo difficile, ne’ dall’altra, sprofondare nella noia perché troppo semplice.

Sai cosa ti dico?

E’ davvero importante stare nel percorso fino ad arrivare alla meta e godere del piacere del sentirsi impegnato; la soddisfazione di arrivare a fine giornata, guardarsi indietro e sapere di aver fatto un pezzo di strada verso un traguardo ambizioso.

Quando percepisci il bisogno di risvegliarti dalla routine e dall’inerzia, ma il solo pensiero di fare quello sforzo sembra una fatica enorme, non solo dovrai determinare una meta, ma dovrai cominciare.

Anche se l’obiettivo è ambizioso, dovrai rendere questo primo passo così facile da non permetterti di trovare alcuna scusa per non farlo: dedicare due minuti al fitness o alla corsa, leggere qualche pagina di un libro, pensare ad un progetto per la tua vita, sarà così a portata di mano da eliminare qualsiasi pretesto per non agire.

Giorno per giorno, poi, aumenta la ‘dose’, incrementa gradatamente la difficolta‘, in modo che la tua volontà rimanga tesa al punto giusto: ogni volta vai un pò piu’ oltre.

L’importante è non stare fermi.

Resta in movimento, fai fruttare i tuoi talenti! 

 

 

Torna su