Com’è stato trattato da piccolo il narcisista patologico? – Elvino Miali – Psicoterapia e Crescita Personale

Com’è stato trattato da piccolo il narcisista patologico?

Com’è possibile comportarsi come il narcisista patologico? Si nasce o si diventa? Cosa gli è accaduto da piccolo?

Oltre a una base genetica, ci sono due tipi di vissuto nell’infanzia del narcisista : il bambino viziato e il bambino deprivato, con alcune varianti.

Nel caso del bambino viziato, i genitori lo hanno convinto fin dai primi anni di essere il migliore e di avere diritto a speciali privilegi.

Pochi limiti, punizioni ancora meno: tutto gli veniva perdonato assai facilmente.

Non abituato alla cultura del sacrificio e alla tolleranza verso le frustrazioni, è stato assecondato in ogni cosa. Viziato, appunto.

Ha avuto genitori che gli hanno sempre risolto i problemi, impedendogli di imparare dagli errori e condannandolo all’incompetenza.

Perciò il narcisista, dietro alla sua spavalda facciata di superiorità, deve invece fare i conti con il sentimento di vergogna per i propri limiti e fallimenti, fuggendo dalla scena e isolandosi per paura che gli altri si accorgano del bluff.

La seconda tipologia è il bambino deprivato.  In questo caso essere il migliore non è stata una scelta, ma un obbligo.

Il messaggio nascosto derivante dai genitori è stato: ‘Scordati la nostra approvazione e il nostro affetto se non ci fai fare più che bella figura. E ricorda, il secondo è il primo dei perdenti!’

Non è stato amato per il ragazzo che era e i sogni di gloria dei genitori erano più importanti delle sue preferenze e delle personali inclinazioni.

Questa mancanza di considerazione autentica e profonda lo porta alla conclusione di non aver bisogno di nessuno e di dover dimostrare al mondo il suo valore.

Una variante è il deprivato dipendente. Sentendosi fragile interiormente, ha bisogno di una costante rassicurazione circa le sue qualità e i meriti.

Si aspetta che gli altri si prendano cura di lui e gli risolvano i grattacapi.

In questo caso non sarà il tipico vanaglorioso, ma potrebbe avere un’aria ipersensibile e dimessa, categoria altrimenti nota come narcisista covert.

Poverino? Non credo… Provate a chiedergli un favore quando è sotto pressione: non ci vorrà molto per rivelare il suo lato tiranno ed egoista.

Buon cammino

Torna su