Tre passi per smettere di rimandare – Elvino Miali – Psicoterapia e Crescita Personale

Tre passi per smettere di rimandare

Ricordi il primo segreto della crescita personale?

Oggi siamo al quinto e ultimo articolo di questa serie  e mi torna in mente il primo segreto di cui ti ho parlato: un buon inizio è molto importante per una buona conclusione! Lo START è un passo decisivo per la crescita e la realizzazione di sé!

Bene, oggi voglio invitarti ad iniziare subito a realizzare i tuoi desideri o progetti. E, per far ciò, ti fornirò delle utili indicazioni per smettere di rinviare … in soli tre passi!

 Ti capita di dire “lo farò domani”, “posso iniziare più tardi” e magari sentire il peso di quel rinvio?

Mia madre, quando ero bambino, mi ripeteva spesso un aforisma famoso, ma non di immediata applicazione. Vuoi sapere qual è? … “Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi”! Ti confesso che dopo tanti anni di lavoro nel campo della crescita personale continuo ad apprezzare quelle parole e a sentirne l’efficacia.

Come promesso in questo articolo ti svelerò le tre mosse segrete per iniziare subito. E lo farò subito J!

Come primo passo poniti una domanda e rispondi in modo sincero:

È realmente importante per te ciò che stai rinviando?

Se la tua risposta è SI, ecco il secondo passo:

Formula in modo chiaro il tuo obiettivo (può esserti utile seguire i suggerimenti dei miei articoli precedenti!) e definisci con scadenza immediata la prima azione da fare. Puoi anche fare un piccolo movimento ricordando che anche le grandi imprese nascono da piccole azioni!

Prima di svelarti il terzo passo voglio indicarti quali sono le principali cause della procrastinazione in modo che tu possa starne in guardia.

 

–         La paura di fallire. Se hai paura di affrontare qualcosa potresti avere delle resistenze di cui non sei pienamente cosciente e lasciare che a prendere il sopravvento sia la tendenza ad evitare di affrontare la situazione.

–         Il perfezionismo. L’ideale della perfezione è un grande ostacolo nella fase di avvio di qualunque attività. Voglio spiegarti questo punto con una metafora: immagina di percorre in automobile un breve rettilineo. Pensi di riuscire a mantenere la tua traiettoria andando perfettamente dritto? … Immagino che non partiresti affatto se dovessi pretendere di tracciare con la tua auto una linea virtuale perfettamente dritta! Quando siamo al volante, così come per gli aerei, ogni tratto comporta piccoli aggiustamenti. Questo vale per ogni azione: procediamo per tentativi ed errori e per progressivi aggiustamenti.

–         Voler realizzare tutto e subito. È il caso di quando si considera il compito come un blocco unico senza pensare che scomporre il compito in piccole mosse può rendere tutto più semplice e ridurre i livelli d’ansia.
Altri ostacoli all’azione sono: lo scarso autocontrollo, la scarsa stima dei tempi, le distrazioni … ma per non voglio soffermarmi troppo sugli ostacoli per due ragioni: 1) immagino che tu sia curioso di scoprire il terzo passo e 2) mi piacerebbe che tu lasciassi andare sullo sfondo questi ostacoli … perché?

Leggi il terzo passo da compiere lo scoprirai:

Fai una piccola azione!

 Può sembrare solo un gioco di parole, ma ti accorgerai di quanto sia decisivo fare il primo passo: iniziare a fare qualcosa anche con un micromovimento è averla iniziata e sono sicuro che fatto il primo passo tutto sarà molto più semplice!

 

Come faccio ad esserne certo?

Per l’Effetto Ziegarnik, cioè la naturale tendenza a voler portare a termine quanto si è iniziato. L’attivazione di questa tendenza è dimostrata da diversi esperimenti fatti dalla dottoressa Ziegarnik la quale si accorse di due cose molto importanti:

1 – quando si inizia un compito si prova una certa urgenza a completarlo,

2 – anche se il compito viene interrotto si attiva una memoria costante che sostiene la tendenza al completamento.
In che modo può esserti utile tutto questo?

Se stai rinviando qualcosa che devi o vuoi fare inizia subito, fallo soltanto per 5 o 10 minuti, ma inizia a farlo! Questo ti aiuterà a superare la forza di inerzia iniziale e ti accorgerai che le resistenze svaniranno!

Sto per salutarti, ma prima voglio proporti un breve elenco dei cinque passi della crescita personale che ti ho presentato in questi articoli in modo da guardarli tutti insieme e magari richiamarli alla mente quando ne avrai bisogno.

Ecco in sintesi i cinque segreti della crescita personale:

1. prendi pieno contatto con il centro di te stesso

 2. utilizza tecniche di visualizzazione realmente efficaci

 3. usa il bispensiero

 4. formula un piano vincente

 Infine …

 5. inizia subito!

Per il momento ti saluto con l’augurio che questi segreti possano agevolare la tua crescita personale e guidarti nella realizzazione dei tuoi obiettivi.

 

 

Torna su